• on June 9, 2021

Weekly Message of the Parish / Messaggio Settimanale della Parrocchia

 Message of the Parish

Jesus, Bread of life

In front of a large hungry crowd, Jesus asked Philip: "Where can we buy bread so that these may have food?" (Jn 6, 5). Jesus [God] sees the needs of humanity, its natural, immediate needs: that they have to eat, their daily bread.

Jesus receives two answers. Philip: “Six months’ wages are not even enough to provide bread for each of them to get a little”. Andrew: “There is a boy here who has five barley loaves and two fish; but what are they among so many people?" (Jn 6: 7. 9). Philip's reaction shows the importance of great human problems, "hunger", "justice", "peace", ... What can we do? Very little. They tower over us. We are invited to do like that little boy who has very little ... but who offers what little he has! The Master does not ask us what we do not have; but he shows us that if everyone offers what he has, the miracle of sharing can be accomplished, which is enough to satiate everyone. A little boy shares what little he has. The event is extraordinary, but respects the order of things: the multiplication of the loaves is not produced starting from nothing, but from the first, modest sharing of what a child had in his saddlebag. Whoever wants to be a blessing for others must bring to Jesus what he possesses. And everyone has enough food; indeed, it advances a lot!

I have very little to give you, Lord Jesus:

"Five barley loaves and two fish".

I have so little to give you,

but I believe that you are waiting for me

a gesture of sharing, a gesture of friendship,

from the bottom of my heart.

I believe your grace can manifest itself

through hands that open.

Then allow me to bring you the little I have:

the five barley loaves,

the two fish that you want to multiply.

You who live and reign forever and ever. Amen.

Fr. Camille Jacques, OSM

Messaggio della Parrocchia

Gesù, Pane di vita

Davanti una grande folla affamata, Gesù chiese a Filippo: “Dove possiamo comprare il pane perché costoro abbiano da mangiare?” (Gv 6, 5). Gesù [Dio] vede i bisogni dell'umanità, i suoi bisogni naturali, immediati: che abbiano da mangiare, il pane quotidiano.

Gesù riceve due risposte. Filippo: “Duecento denari [= stipendio di 200 giornate di lavoro] di pane non sono sufficienti neppure perché ognuno possa riceverne un pezzo”. Andrea: “C'è qui un ragazzo che ha cinque pani d'orzo e due pesci; ma che cos'è questo per tanta gente?” (Gv 6, 7. 9). La reazione di Filippo fa vedere l'importanza dei grandi problemi umani, la "fame", la "giustizia", la "pace", ... Che possiamo fare? Ben poco. Ci sovrastano. Siamo invitati a fare come quel ragazzino che ha ben poco ... ma che offre quel poco che ha! Il Maestro non ci chiede quello che non abbiamo; ma ci fa vedere che se ciascuno offre quello che ha, può compiersi il miracolo della condivisione, che basta a saziare tutti. Un ragazzino mette in comune quel poco che ha. L'avvenimento è straordinario, ma rispetta l'ordine delle cose: la moltiplicazione dei pani non si produce a partire da niente, ma dalla prima, modesta condivisione di ciò che un bambino aveva nella sua bisaccia. Chi vuole essere una benedizione per gli altri, deve portare a Gesù ciò che possiede. E tutti hanno cibo in sufficienza; anzi, avanza tanto!

Ho ben poco da darti,

Signore Gesù:

“ cinque pani d’orzo e due pesci ”.

Ho così poco da darti,

però credo che tu aspetti da me

un gesto di condivisione,

un gesto di amicizia,

dal profondo del mio cuore.

Credo che la tua grazia può manifestarsi

attraverso mani che si aprono.

Permettimi allora che io ti porti il poco che ho: i cinque

pani d’orzo, i due pesci che vuoi moltiplicare.

Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.

Fra Camille Jacques, OSM

1 Comment

  1. Je veux savoir si les messes de samedi et dimanche sont a 5:00 pm je suis

Leave your comment

Please enter your name.
Please enter comment.
Skin Color
Layout Options
Layout patterns
Boxed layout images
header topbar
header color
header position